La Burocrazia del Matrimonio
25 ottobre 2016
compleanno
Buon Compleanno a me!
16 dicembre 2016

Matrimonio Low Cost…

Chi dice che per realizzare il proprio sogno nuziale ci si debba economicamente rovinare?

C’è chi non pensa affatto al matrimonio fiabesco, chi non se lo può permettere, chi preferisce investire i propri risparmi in viaggi o su un immobile, in cui costruire una vita insieme…

L’idea di matrimonio da sogno però può essere davvero alla portata di tutti e oggi vi svelerò quali accorgimenti porre in essere per realizzare il vostro progetto senza finire in rosso sul conto in banca.

Non raccontiamoci bugie: quello dei matrimoni è un mercato da 5,2 miliardi l’anno solo nel nostro paese. Cifre da capogiro che scoraggiano chi desidera festeggiare la propria unione con parenti e amici cari ma deve fare i conti con costi e spese.

Dimentichiamoci la fiaba Disneyana così come ce l’hanno narrata e pensiamo a Cenerentola, impiegata senza contratto, senza una famiglia alle spalle, con poco tempo e poche risorse ma con il sogno di sposare il suo principe, Christopher, anche lui precario, in Italia per amore, che ha un unico desiderio: unirsi alla sua bella. E dimentichiamoci di questi adorabili sposi in abiti sbrilluccicanti, a danzare nel salone imperiale di un castello incantato, pensandoli piuttosto immersi nel verde di una romantica e profumata vigna, sulla terrazza panoramica di un ristorante al mare, tra gli animali liberi e vitali di una masseria di campagnia.

Per realizzare un matrimonio Low Cost gli ingredienti sono pochi e semplici e nulla hanno a che fare con le rinunce.

Un matrimonio più alla portata di tutti richiede un’ambientazione particolare e decisamente “alternativa” a ville e dimore storiche, affittate a caro prezzo, ed è a partire da questo che inizierete a risparmiare; una masseria, magari poco conosciuta, così da invogliare i proprietari a promuoverla ad un prezzo ragionevole in occasione delle vostre nozze, o ancora una cantina vinicola, un vigneto o addirittura un vivaio. Mesi come marzo o aprile, in cui il numero di matrimoni è davvero ridotto e l’abbattimento di costi di catering, fioristi e altri operatori è garantito!

Un pranzo con selezione di materie prime che siano a km zero o quasi, prodotti del territorio, vini locali, carni e vegetali, accontentando i gusti di tutti ma partendo dalla terra e non dal mare.

Proponete un ricco buffet variegato e lasciate liberi i vostri ospiti di sedere dove e con chi preferiscono. Niente mise en place, niente posti assegnati, tavoli d’appoggio per tutti ma massima libertà. Avendo poi un prato curato a disposizione, in una giornata soleggiata di metà aprile si potrebbe pensare ad un pic nic nuziale

Piantine grasse, fiori di campo, nastri, carta e materiali alternativi per i vostri allestimenti, recuperati o riciclati, riadattati con originalità e fantasia!

Bomboniere casalinghe come conserve di frutta o ortaggi, bottigliette di olio biologico, erbe aromatiche confezionate in pochette di juta o in micro barattoli con su scritti i vostri nomi o il vostro pensiero per chi è stato presente nel giorno più bello della vostra vita!

E per completare questo quadro si economico ma raffinato e originale, un outfit bucolico particolare; potreste partire proprio dalla rivisitazione degli abiti dei vostri genitori o di qualche amico che si è sposato prima di voi, o potreste scegliere un moode ricco di bianco, trame leggere o floreali, tessuti vaporosi in un mix country – vintage perfettamente bilanciato con i vostri scenari.

Quanto vi ci vuole per far si che il sogno diventi realtà? Da un minimo di 8.000 euro ad un massimo di 12.000 tutto quello che vi ho raccontato è possibile…

Non scoraggiatevi e non smettete mai di fantasticare! Ogni matrimonio, col giusto aiuto, può diventare realtà unica e speciale!

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.